caffè della memoria di fondazione antonio della monica

Un cuore per Il Caffè della Memoria

caffè della memoria di fondazione antonio della monica

Il 23 e il 30 dicembre, in Piazza Duomo a Cava de’ Tirreni potrete portare a casa un cuore fatto dalle persone malate di Alzheimer che partecipano alle attività della Fondazione Antonio Della Monica.

La Fondazione Antonio Della Monica

La Fondazione nasce nel 2001 per volere del fondatore Antonio Della Monica. Antonio, commerciante di tessuti di Cava de’ Tirreni, ha voluto fare in modo che sul territorio ci fosse una struttura che si occupasse delle persone anziane con demenza e con Alzheimer. Negli ultimi anni della sua vita, Antonio si è trovato ad assistere la moglie malata di Alzheimer. Avendo vissuto in prima persona la mancanza sul territorio di strutture simili, ha voluto fare in modo che altre famiglie non si trovassero nella sua stessa situazione.

Il progetto

La Fondazione è in continua evoluzione. Sempre più ampie le azioni di studio e ricerca, per essere al passo con il progresso in campo medico, per fare in modo che i cittadini possano trovare presso la struttura delle risposte soddisfacenti per la gestione di persone con malattie come l’Alzheimer. È prevista anche assistenza domiciliare: lo scopo è quello di educare il nucleo familiare nella gestione di situazioni così difficili.

L’Alzheimer

Le persone affette da Alzheimer vivono una progressiva perdita della personalità e della memoria.

«La difficoltà di chi deve assistere una persona malata di Alzheimer,»

racconta Doriana Nola, fisioterapista e responsabile del progetto Un Caffè per la Memoria,

«è quella di adeguarsi ad una persona che cambia il suo comportamento ogni giorno».

D’altro canto,

«la difficoltà della persona è che vede disgregarsi la propria personalità, quindi ogni giorno si vede privata dei suoi ricordi, della sua sicurezza. Sono persone che man mano hanno difficoltà a ricordarsi del loro nome, del loro domicilio, di tutte quelle che sono le piccole certezze quotidiane. Una persona che vive nel continuo disorientamento spazio-temporale.»

Un cuore per il Caffè della Memoria

La Fondazione Antonio Della Monica, oltre agli aiuti dei familiari, si autogestisce.

«Quest’anno, oltre alle attività e ai laboratori che abbiamo in Fondazione, siamo riusciti a realizzare, insieme a tutti i partecipanti e ai volontari, i cuori che verranno offerti a chi vorrà in cambio di una donazione.»

Lo scopo dell’iniziativa non è solo quello di raccogliere i fondi necessari al proseguimento delle attività in programma, ma soprattutto quello di sensibilizzare la società cavese sull’oggetto del nostro operato.

un cuore per caffè della memoria fondazione antonio della monica cava de' tirreni

Dove e quando

Non mancate in piazza il 23 e il 30 dicembre. Trovate il cuore presso gli esercenti che aderiscono all’iniziativa Un cuore per il Caffè della Memoria e che esporranno la locandina per tutto il periodo delle feste natalizie.

Si può fare tanto per aiutare queste persone che hanno il diritto di vivere ancora una socialità, anche se adattata alle loro esigenze.

 

caffè della memoria di fondazione antonio della monica cava de' tirreni

 

 

Leave a comment